Le mie impressioni sul consiglio comunale di oggi

4 04 2013

Oggi ho assistito al consiglio comunale. Ho preso gli appunti, ho sentito tutto quello che hanno detto e molte dinamiche mi sono sinceramente sfuggite. Per come avevo immaginato di fare questo articolo sarebbe dovuto essere una specie di cronaca del consiglio con i virgolettati, le dichiarazioni e tutte queste cose che ai giornali locali e non (e probabilmente anche ai lettori) piacciono tanto.

Nonostante ciò preferisco agire diversamente visto che chiunque potrebbe assistere alle discussioni seguendo lo streaming su internet (anche se a dire il vero c’erano 4 persone presenti più 3 vigili, uno dei quali il comandante).

Tutte le richieste nell’ODG sono state votate favorevolmente e tutte sempre con 14 favorevoli e 4 astenuti, tranne la seconda, approvata all’unanimità.

Le discussioni sono state principalmente sul punto 2 e sul punto 5.

Il punto 2 verteva sul “soggetto di capofila nel progetto di partenariato”, una specie di consorzio (per quel poco che ho capito) tra 8 comuni costieri (Nocera-Paola) del quale Amantea sembra essere “capofila”. La discussione si è incentrata particolarmente sull’importanza del ruolo assunto dal comune, ma del reale scopo di questo progetto con anche l’erogazione di assegni di 12.000€ ad alcuni giovani se ne è parlato poco, almeno per quanto mi riguarda visto che non ho sinceramente capito di cosa si parlava. Mi ha fatto sorridere una discussione iniziata dal consigliere Morelli sul fatto che “i semafori e le telecamere photored sono un danno di immagine per Amantea e che se essi servono per regolare il traffico come mai sono spenti nei momenti di maggior traffico”. Le risposte sono state che è la prefettura che decide l’accensione dei semafori (ma si potrebbe mettere un vigile in queste situazioni, Ndr).

Il punto 3 e 4 (nel punto 3 si è detto che questi incarichi di collaborazione autonoma sono di circa 9800€) sono stati discussi molto velocemente e neanche qui ho capito molto.

Il punto 5, l’approvazione del regolamento del Campus Temesa, punto che mi interessava maggiormente vista l’intenzione di creare al suo interno uno spazio di aggregazione musicale e culturale per i tanti ragazzi che suonano ad Amantea, è stato oggetto di dibattito tra i consiglieri.

Da un lato Mazzei spiegava come fosse concorrenziale il costo della struttura rispetto a Paola, Lamezia o (nientepopodimenochè) al Rendano di Cosenza…2200€ del rendano per una serata contro i 1200/1400 di Amantea…ma diciamo che le strutture non sono proprio paragonabili.

Dall’altro lato Morelli diceva che i prezzi erano un po alti e che almeno per quest’anno bisognava abbassarli per convincere i privati a venire a fare i “saggi” o i concertini delle scuole di musica lì, proposta che il sindaco si è riservato di approvare da qui ad un anno, quando si saprà l’effettiva risposta della struttura.

Diciamo che non ho sentito molto parlare di come creare un cartellone competitivo, di come incentivare l’arrivo delle compagnie teatrali, di come fare in modo di rendere aperta 24 ore su 24 la struttura che dovrebbe essere il volano principale per la cultura amanteana e non solo, di come coinvolgere le associazioni e tante altre cose.

Ad alcune di queste mie perplessità ha risposto l’assessore Mazzei, privatamente, dicendo che se si presentano dei progetti l’amministrazione sarà ben lieta di ascoltare le proposte di comitati ed associazioni e di destinarle (non gratuitamente) a loro.

Nel complesso non sno stato molto soddisfatto ma sicuramente sarà dovuto al fatto che non ho capito molte delle cose di cui si parlava, e magari con una diretta streaming (che pare si possa avere da qui a poco) qualcun altro mi avrebbe potuto spiegare meglio i temi trattati.

Da notare, infine, l’assenza del gruppo locale del MoVimento Cinque Stelle, che dell’iniziativa “fiato sul collo” dovrebbe vivere.

Annunci

Azioni

Information

One response

29 06 2013
Anche Amantea (forse) avrà il suo streaming del Consiglio Comunale | ...Anyway the wind blows...

[…] o giornali buoni solo a coprire il pavimento quando molto spesso ai consigli comunali c’erano 3 persone, e nessuna di queste era un […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: