Emiliano Morrone continua ad essere intimidito, e tutti noi continuiamo a stargli vicino

11 09 2010

Ieri sera al giornalista e scrittore, nonchè mio amico, Emiliano Morrone, sono stati rubati i suoi computer, contenenti numeri, contatti, atti d’ufficio e quant’altro serve ad un giornalista d’inchiesta attivissimo come lui a lavorare e ad informare.

Non è il primo atto intimidatorio che Emiliano subisce, e non sarà certo l’ultimo.

E’ importante dare tutta la nostra solidarietà ai grandi uomini come lui che ci spingono ancora a credere in una società migliore, non solo in Calabria.

Per questo vi inoltro il messaggio di stima e affetto che noi delle Agende Rosse Calabria e dei ragazzi de “Il Coraggio della Parola” abbiamo redatto stamattina.

Doffondetelo ed informate.

Solo con l’informazione questa gente avrà paura, altrimenti saranno sempre loro a vincere con l’arma della paura e dell’intimidazione.

Il coraggio e la parola: “La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili”

A te emiliano morrone, non offriamo solidarietà: con questo comunicato vogliamo ribadire la stima e la fiducia che nutriamo nei tuoi confronti. Sei il ragazzo che in questi anni ci ha aiutato a sperare nel cambiamento di questa Calabria. Ce l’hai insegnato con le parole e con le azioni. Hai vissuto in Calabria e agito in Calabria. Ti sei speso tanto nel tuo paese San Giovanni in Fiore, conscio che le cose si cambiano a partire dal proprio quartiere. Ieri hai subito l’ennesima intimidazione: il furto dei computer sui quali conservavi un vero e proprio archivio di informazioni ed inchieste. Forse quanto hai detto durante i comizi, nell’avventura della scorsa campagna elettorale regionale, a qualcuno ha dato fastidio. Ma sono tante le cose che possono “dar fastidio”, perché sono tante le cose che tu hai detto e denunciato pubblicamente sempre con lo stesso coraggio ed entusiasmo.
Il tuo sogno di vedere una Calabria migliore è ora anche il nostro e nessuno ci impedirà di continuare a sognare.
Se pensano di intimidirti con un pc rubato si sbagliano, perché le nostre idee non rimangono negli hard disk, ma nelle nostre teste e nei nostri cuori. Da lì nessuno potrà mai toglierle.

I ragazzi de “Il coraggio della Parola” e “Agende Rosse Calabria”

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: