Le mie opinioni sull’estate Amanteana

26 08 2010

Ormai ad estate finita si può fare un seppur generale bilancio dell’estate amanteana.

Se andate a leggere i giornali troverete titoli del tipo “Arpacal: mare pulito”, oppure su siti locali articoli tipo questo.

Personalmente tutto ciò mi fa ridere, sia per la spiaggia che è stata veramente sporca (e questo è colpa dei bagnanti), e per il mare che rare volte è stato visibilmente pulito, anche se meglio degli altri anni.

La cosa peggiore, però, è che i giornali ed i siti web, per evidenti motivi commerciali e di immagine, si ostinano a fermarsi all’alga che galleggia o meno, o tutt’al più ai rifiuti fognari che vengono scaricati direttamente a mare.

Il vero problema del nostro mare è l’evidente inquinamento chimico e radioattivo, dovuto ai decenni di scaricamenti illegali, Jolly Rosso in primis, dei quali abbiamo parlato abbastanza, ma del quale evidentemente poco si interessano i media locali, perchè si sa che per i soldi si può passare sopra la salute pubblica.

Tutti i mezzi di informazione si sono prodigati nel dire che l’estate di quest’anno è stata un successo, quando in realtà in molti se ne sono andati prima del tempo per la reale noia che imperversava sul Lungomare o per Via Margherita.

Il programma estivo non è stato eccelso, ma comunque c’è stato qualche spettacolo Jazz (per chi lo ama), Lello Arena con uno spettacolo teatrale, Carmine Abate per la lettura e qualche gruppo di musica Folk che non fa mai male.

Dopo anni di Natale in India, a New York , a Miami ecc.. l’Arena Sicoli di Amantea ha chiuso, tenendoci quindi senza un cinema.

Spettacoli musicali se ne sono visti pochissimi, e i quasi 40.000 euro dati a Nek hanno esaltato molti, come evidenziato sempre su Amanteaonline, dove si consiglia alla giunta comunale, addirittura, di ingaggaiare per il prossimo anno altri Nek e meno “teatranti e suonatori jazz”.

Quella che è la cultura, insomma, ce la possiamo risparmiare perchè ad Amantea non serve.

In effetti i 1000 partecipanti allo spettacolo di Lello Arena non erano paragonabili agli “spettacoli” dei vari lidi con i tronisti di uomini e donne, quindi per il prossimo anno basta libri e teatro e musica, portiamo uomini e donne, nek e magari anche Albano che a mia nonna piace.

In un periodo così difficile non solo per Amantea, ma per la nostra terra in generale, dove la cultura che è la vera arma che può avere un popolo per combattere i suoi problemi, come diceva Paolo Borsellino, essa viene ritenuta superflua.

Sono questi i momenti in cui non rimpiango di andarmene via.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

26 08 2010
gianfranco

Visto che ho ragione?..i migliori vanno via 😉 …
qui resta chi si accontenta e chi ama vivere di bugie, chi ama sopratutto raccontarsele e crederci…
Ovviamente mi dispiace…ma sono contento per te, fossi mio figlio ti inciterei a partire…
Auguri mio giovane “grande” amico…sei un ragazzo in gamba, sono sicuro che riuscirai altrove a raggiungere quei traguardi che qui faresti fatica a raggiungere anche con il triplo della fatica…fatti onore, facci onore, porta un po di Amantea “perbene” in giro per il mondo
Con stima
Gianfranco

26 08 2010
darkfender

Grazie Gianfranco, le tue parole mi onorano.
Spero di riuscire ad arrivare lì dove voglio, sempre orgoglioso di essere calabrese ed amanteano.

26 08 2010
Mia Wallace

Amantea ci sta stretta, e soprattutto ci sta stretta questa gretta mentalità del “speriamo che i turisti vengano”…ma se vogliamo essere una meta turistica dovremmo almeno offrire dei servizi…e invece se ognuno di noi la smettesse di coltivare solo il suo orticello e si guardasse intorno si accorgerebbe che gli affitti sono esorbitanti,soprattutto se si considera il fatto che stiamo affittando case in zone che meriterebbero un bel cartello triangolare con su scritto: ATTENZIONE ,NON RESPIRATE TROPPO….POTREBBE ESSERVI FATALE….le spiagge sono quelle che sono e là dove la Natura ci ha dato una mano e dove davvero varrebbe la pena fare una vacanza,mancano le strutture. Per quanto riguarda l’intrattenimento estivo…abbiamo toccato il fondo in più occasioni, e io ritengo offensivo dare cifre immense ad un cantantucolo da strapazzo per poi centellinare l’acqua comunale,perchè non ci sono soldi… Quello che mi dispiace è che,come faceva notare Gianfranco,i migliori vanno via… beh,l’ideale sarebbe andare via per poi tornare e portare una ventata d’aria fresca in questa bellissima cittadina da cartolina,e non solo perchè nessun posto è bello come casa,ma anche e soprattutto perchè il nostro dovere è far sì che casa nostra diventi un bel posto in cui vivere,lavorare,crescere,mettere su famiglia…e non solo passare una notte,anche se bianca!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: