più importanza alle cose inportanti

12 11 2007

Ancora oggi vediamo come la televisione distolga l’attenzione da quelli che sono realmente i problemi di oggi.
Ieri tutti abbiamo assistito all’assassinio del tifoso laziale da parte di un poliziotto.
Ebbene se l’agente ha sbagliato è giusto che paghi, ma trovo ingiusta la chiusura di alcuni stadi da parte della FIGC.
Grazie a Dio non c’è stata nessuna rissa negli stadi, quindi non vedo i motivi per i quali si debbano chiudere gli stessi.
Se tutto ciò fosse successo ad una persona diciamo comune, diciamo ad un bambino, sarebbe successa la stessa cosa?
Le reazioni che ci hanno mostrato i cosiddetti “tifosi” con risse, sangue e fumogeni, non hanno niente a che vedere con l’uccisione del ragazzo.
Neanche la morte è riuscita a portare la pace negli stadi, lì si può sperare nella condivisione delle opinioni solo quando si arriva alle mani.
Beppe Grillo nel suo blog ha scritto che se non si fermerà il calcio per un anno non cambierà niente, ed è vero.

Alla fine però, i telegiornali sono già 2 giorni che parlano della violenza nel calcio, e di De Magistris già non ne parla nessuno.
Basti vedere quanto spazio è stato dato dai Tg alla notizia dell’inammissibilità del ricorso dalla parte del magistrato.

Continuiamo a vivere con i paraocchi, dando spazio a Paris Hilton e al calcio e allora vivremo un mondo migliore.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: